Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» IL TANCIA DEL 12/01/2014
Mar 14 Gen 2014, 9:48 pm Da angelot

» prova forum
Mar 14 Gen 2014, 11:58 am Da route

» Uscita 6 Gennaio 2014
Sab 11 Gen 2014, 9:59 pm Da angelot

» Ciao Gruppo
Dom 05 Gen 2014, 12:18 pm Da libanese75

» auguri di buon natale
Mar 24 Dic 2013, 7:19 am Da angelot

» IL GIRO PIU' BELLO
Mar 17 Dic 2013, 2:27 pm Da Pedalapiano

» EUFORIA NATALIZIA
Lun 09 Dic 2013, 6:03 pm Da Pedalapiano

» Nuovo sito
Mar 03 Dic 2013, 3:50 pm Da angelot

» uscita emotional in mtb
Mar 03 Dic 2013, 2:55 pm Da angelot

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Chi è in linea
In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 29 il Gio 12 Set 2013, 12:43 pm

IL TANCIA DEL 12/01/2014

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: IL TANCIA DEL 12/01/2014

Messaggio  angelot il Mar 14 Gen 2014, 9:48 pm

Grande antony e complimentii al temerario gruppo dei cavalieri del bosco. Prova davvero entusiasmante. La cronaca e le riprese di gio fashion sono davvero belle Siamo sulla strada giusta. Avanti a tuttaaaaaaaa. Angelot
avatar
angelot

Numero di messaggi : 209
Data d'iscrizione : 16.05.09
Età : 53

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

IL TANCIA DEL 12/01/2014

Messaggio  Pedalapiano il Mar 14 Gen 2014, 2:14 pm

IL TANCIA

E’ da un bel po’ che ci girava  Arrow  in testa l’idea di andare alla conquista del Tancia, così domenica 12 c.m. ci siamo dati appuntamento al bar di Gioia alle 8.00 per la partenza .
Io sono arrivato leggermente in anticipo pensando di essere il primo e invece chi ti vedo li seduto all’interno del bar con aria stanca    IL TORO , bene penso io se TORO SEDUTO è stanco oggi ci farà fare una semplice PASSEGGIATINA.
Arriva Vincenzo, poi Marco con un suo amico, che ci tiene subito a precisare che lui è uno stradista e che oggi vuole solo fare una passeggiatina, di bene in meglio penso io oggi mi riposo  ,poi arriva Giovanni, Domenico e, tutti insieme partiamo per andare incontro ad Egeo, anche lui molto assonnato Sleep  forse, per i postumi di una notte brava.
Imbocchiamo l’Oasi e ci dirigiamo verso la stazione di Poggio Mirteto, fa freddo e non appena si arriva al bar della stazione ci infiliamo dentro per prendere almeno un caffè caldo e darsi una scaldatina.  
Da una stradina secondaria presa subito dopo il bivio, ci inerpichiamo per la cittadina di Poggio qui il gruppo si incomincia a svegliare e, in men che non si dica, arriviamo in piazza, a Poggio passando per i vicoli e le scalette del  centro storico.
Ed è qui che incomincio ad avvertire nei miei compagni di pedalata una certa eccitazione che preavvisa tutt’altro che una semplice PASSEGGIATINA; ma penso “ adesso che si incomincia a salire per San Valentino con le pendenze ben oltre il15% con lo sterrato e con la stanchezza con cui i miei compagni hanno iniziato la giornata si rientra nei ranghi “.
Sbagliato!!! qui si inizia a far sul serio! Alle prime pedalate già si vede la differenza. Parte Egeo seguito da Giovanni, Marco, Domenico e dietro io poi Vincenzo, l’amico di Marco e per ultimo il Toro, anzi proprio non si vede.
Dopo qualche centinaio di metri sento dietro di me come un muggito rabbioso è il Toro drizzato sui pedali  che continua a ripetere “ AH SE VI PIGLIO  AH SE VI PIGLIO AH SE VI PIGLIO” e così facendo ci sorpassa e sparisce all’orizzonte .
Da lì in poi la fatica si fa sentire tutta, ma il dolore delle gambe nulla può nei confronti del panorama che si apre sotto i nostri occhi, la Valle del Tevere Farfa è coperta da una morbida nebbia come un letto coperto da una soffice trapunta.
Si entra nel bosco ed il paesaggio cambia ma la sensazione di appagamento è la stessa: l’inverno si sente e si vede sia per quei raggi di sole che filtrano tra i rami oramai spogli di foglie, sia per quelle pozzanghere  piene d’ acqua freddissima che di tanto in tanto siamo costretti ad attraversare.
Adesso la meta è veramente vicina ! Dopo una sosta in una sorgente d’acqua  freschissima si arriva in cima al valico del Tancia si gira a sinistra  e si rientra facendo una velocissima discesa passando per Poggio Catino, San Luigi, Galantina e stazione di Poggio.
Come si rientra nell’Oasi la fatica si fa sentire tutta, io proprio non ce la faccio più, Vincenzo si avvicina e mi confessa che è tentato di chiamare casa per farsi venire a prendere, ma e bastato poco per fargli cambiare idea ( mannaggia a me !!!) scratch .
Dopo l’ultima sosta per compattare il gruppo all’inizio dell’Oasi si riparte per casa oramai sfiniti ma pieni soddisfazioni e appagamento per aver  CONQUISTATO IL TANCIA    
   
Distanza         70        KM   circa
Dislivello         1200     mt   circa
Tempo           4,30      ore  circa
   A TUTTI !!!
avatar
Pedalapiano

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 18.01.13
Località : FIANO ROMANO

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum